Insieme, solidali (altrimenti che ci siamo associati a fare?)

Simone Giusti Siamo un’associazione di insegnanti. O forse è meglio dire che sono il presidente dell’AISE (Associazione Insegnanti Solidarietà Educativa) e che cerco di parlare a nome di tutti i soci, insegnanti, dirigenti, educatori, orientatori… persone che hanno scelto di dedicare una parte consistente del loro tempo e delle loro energie, direttamente o indirettamente, alla scuola pubblica italiana. Abbiamo la nostra sede a Grosseto – siamo a nostra volta soci fondatori dell’associazione L’Altra Città, con cui condividiamo gli spazi, l’aula formativa, la biblioteca, – e da un po’ di tempo non riusciamo a incontrarci faccia a faccia. Ci siamo visti, … Continua a leggere Insieme, solidali (altrimenti che ci siamo associati a fare?)

La lezione della Bibbia nella società multiculturale

ORBETELLO – Giovedì 8 maggio – ore17.30
Libreria Paoline – via Gioberti 133 La libreria Paoline di Orbetello e l’ufficio pastorale della cultura della diocesi di Pitigliano-Sovana-Orbetello organizzano un incontro dedicato a “La lezione della Bibbia nella società multiculturale”, durante il quale si parlerà soprattutto del rapporto tra testo biblico e geografia, con l’intento di stimolare e aiutare il mondo della scuola a rileggere in modo nuovo il senso dello studio della geografia e, soprattutto, il complesso intreccio della cultura dell’occidente con il testo biblico.
Saranno presenti Aluisi Tosolini e Paola Brunello, autori di Bibbia e geografia, quinto volume della collana “Bibbia cultura e scuola” dedicata dalle edizioni Claudiana a nuove proposte didattiche per l’utilizzo dei libri della Bibbia a scuola.

Continua a leggere “La lezione della Bibbia nella società multiculturale”

Un mondo dove educare torni ad essere un piacere

A CURA DI PAOLA BRUNELLO

“Oggi ciò che manca di più agli italiani è lo spazio. Uno spazio fisico, ma anche mentale, che significa possibilità, futuro e speranze. Per decenni questa sensazione di apertura è stata il motore della nostra crescita e lo stimolo a pensare positivo.”Così Mario Calabresi in un pagina del suo Cosa tiene accese le stelle ci parla della fatica di vivere il presente dalla parte di chi non ha mai smesso di credere nel futuro.

E questo noi vogliamo pensare quando ci avviciniamo al mondo dell’educazione e della formazione, fornendo ai ragazzi una visione a volte faticosa, ma al tempo stesso vincente di come affrontare il presente e progettare il futuro.

Stimolare la riflessione sulle questioni educative e sperimentare nella scuola e in altri ambiti sociali modalità volte al raggiungimento e al potenziamento del benessere personale è una necessità forte che si pone al mondo della formazione. Si tratta di costruire una rete educativa competente che consenta ai ragazzi di esprimersi senza che siano attribuite loro etichette e permetta loro di crescere senza provare disagio, trovando negli adulti un punto di riferimento capace di attivare un sostegno ai percorsi di autonomia e di crescita.

Continua a leggere “Un mondo dove educare torni ad essere un piacere”